In “Atti umani”, la memoria è un tizzone ardente nei cuori dei sopravvissuti al massacro di Gwangju. Ma è anche un punto di partenza e una straordinaria forza motrice. Han Kang ci descrive la forza intrinseca alla sopravvivenza con un linguaggio che non lascia scampo.

Tra finzione e realtà, leggere “Niente di vero” è come togliere strato dopo strato a una cipolla, ma il nucleo non è così facile da trovare. Veronica Raimo ci investe con il suo sarcasmo e la sua malinconia per parlarci di come la vita possa essere complessa ma anche (per fortuna) buffa.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE

Gamobu.eu | © 2014 – 2024 | Privacy Policy.